REGNO UNITO
 
Regno Unito: grave il poliziotto colpito dall'agente nervino che ha avvelenato l'ex spia russa
Londra, 08 mar 10:04 - (Agenzia Nova) - Si aggrava nel Regno Unito la vicenda dell'ex spia russa Sergei Skripal avvelenato assieme a sua figlia Yulia: l'unità anti-terrorismo della polizia britannica ha accertato che i due sono stati "deliberatamente presi di mira" con un agente tossico non ancora identificato, probabilmente un gas nervino; il veleno inoltre ha intossicato anche il poliziotto che per primo ha soccorso i due russi, il quale sarebbe in condizioni "critiche". Gli ultimi risultati delle indagini, come riporta con grande risalto il quotidiano conservatore "The Times", fanno emergere sempre più la pista del Cremlino come ispiratore del tentativo di omicidio: gli sviluppi della vicenda, scrive il giornale, aumentano la pressione sul primo ministro Theresa May perché rompa le relazioni diplomatiche con la Russia o almeno richiami in patria l'ambasciatore britannico a Mosca. Intanto torna a galla un'altra "more misteriosa", quella avvenuta nel 2001 del microbiologo russo Vladimir Pasechnik, che nel 1989 disertò dall'allora Unione Sovietica per stabilirsi in Gran Bretagna: il figlio Nikit ora chiede che le autorità di polizia britanniche indaghino più a fondo sulle cause della sua morte. (Res)
ARTICOLI CORRELATI