USA
 
Usa: dazi, presidente Trump firma i decreti su acciaio e alluminio, esenzioni temporanee per Canada e Messico
Washington, 08 mar 22:55 - (Agenzia Nova) - Il presidente Donald Trump ha firmato due decreti oggi che impongono dazi di importazione su acciaio e alluminio “graziando”, però, i principali alleati Usa. È quanto riferisce il quotidiano “Washington Post”, precisando che i nuovi dazi saranno effettivi tra 15 giorni ed inizialmente non includeranno paesi come il Canada e il Messico, con i quali sono ancora in corso i negoziati per il rinnovo del Trattato di libero scambio con i paesi del Nord America (Nafta). Trump ha lasciato la porta aperta all’Australia, mentre altri paesi potranno avviare colloqui con l’amministrazione su “modi alternativi” per affrontare le minacce che, secondo il governo Usa, i loro prodotti pongono alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Tra 15 giorni dunque il provvedimento produrrà i suoi effetti su paesi come la Corea del Sud, la Cina, il Giappone, la Germania, la Turchia e il Brasile.

“Le decisioni che prendiamo oggi non sono una questione di scelta, ma di necessità per la nostra sicurezza”, ha affermato il presidente alla cerimonia della firma dei decreti. Il piano varato differisce da quello originario che doveva applicarsi senza differenza a tutti i paesi. La modifica apportata è legata alla persuasione esercitata sulla Casa Bianca dai Repubblicani. Le esenzioni nei confronti di Canada e Messico non sono, tuttavia, a tempo indeterminato e seguiranno, con l’intento di condizionarli, l’andamento dei negoziati sul Nafta. Per tutti i paesi che non riusciranno ad assicurarsi un’esenzione i dazi ammonteranno al 25 per cento sull’acciaio e al 10 per cento sull’alluminio. Se Canada e Messico dovessero aggiudicarsi esenzioni permanenti, i dazi sull’acciaio verranno aumentati oltre il 25 per cento. (Res)
ARTICOLI CORRELATI