ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: Conferenza Omc 2017, sviluppo Mediterraneo orientale risiede in integrazione regionale (7)
Ravenna, 29 mar 2017 20:37 - (Agenzia Nova) - La presenza dell’Egitto nel panorama dei paesi a vocazione energetica del Mediterraneo orientale si è rafforzata con la scoperta del giacimento di Zohr. La scoperta del giacimento di Zohr, nella Zona economica esclusiva egiziana, “ha riacceso gli interessi nell’area” attraendo nuovi attori nella zona del Mediterraneo orientale e “speriamo di trovare altri giacimenti come Zohr, ad esempio nell’area di Cipro”, ha dichiarato Luca Bertelli, responsabile della divisione esplorazioni della società italiana Eni, intervenendo oggi a Ravenna alla 13ma edizione dell’Offshore Mediterranean Conference. Facendo un’analisi delle recenti scoperte fatte nell’area del Mediterraneo orientale, il responsabile delle esplorazioni di Eni ha osservato che la priorità di questi giacimenti è la fornitura per la domanda interna, precisando che al momento Zohr e il giacimento israeliano Leviathan hanno potenzialità per le esportazioni. (segue) (Sic)
ARTICOLI CORRELATI