COSTA D’AVORIO
Mostra l'articolo per intero...
 
Costa d’Avorio: un altro paese africano piomba nell'incubo terrorismo, a Grand Bassam un attacco "prevedibile" (6)
Yamoussokro, 14 mar 2016 19:00 - (Agenzia Nova) - Oggi lo stesso ministro Bakayoko sostiene che a Grand Bassam si sia “evitato il peggio”. “Abbiamo condotto diverse simulazioni su questo tipo di situazioni, abbiamo agito in modo rapido ed evitato il peggio, perché la spiaggia è frequentata dalle 500 alle mille persone ogni giorno. Continueremo a tenere sotto sorveglianza oltre 100 siti, ma chiediamo la vigilanza di tutti”, ha detto il ministro. Secondo alcuni commentatori, tuttavia, l’attacco di ieri era invece molto “prevedibile”, circostanza che mette in luce le falle del sistema di sicurezza predisposto dalle autorità di Yamoussoukro. È la tesi, ad esempio, di Lemine Ould Salem, biografo di Mokhtar Belmokthar e tra i giornalisti francesi più esperti in materia di attività jihadiste nel Sahel. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI