INFRASTRUTTURE
 
Infrastrutture: “Nyt”, l’Albania corteggia le imprese italiane con un fisco più basso
Washington, 19 feb 22:25 - (Agenzia Nova) - Sono circa 200 le compagnie italiane che potrebbero fare affari in Albania nel campo delle infrastrutture, dell’energia e dell’agricoltura dopo che oggi il governo di Tirana ha messo sul piatto tasse più basse e meno restrizioni rispetto a Roma. Lo riferisce il quotidiano “New York Times”, precisando che l’Italia è il principale partner commerciale e investitore dell’Albania. Le imprese italiane hanno investito oltre 3,5 miliardi di euro nel paese, anche se le compagnie che hanno rilevanza internazionale hanno preferito rivolgersi ad altri nazioni balcaniche per la minore presenza di corruzione e le maggiori garanzie circa l’efficacia del sistema giudiziario. In seguito ad una visita in Albania, Ivan Scalfarotto, vice ministro dello Sviluppo economico, ha dichiarato che le aziende italiane potrebbero fornire a Tirana tecnologie avanzate nei settori dell’energia, dei trasporti ferroviari e delle infrastrutture stradali, “finora abbiamo fatto bene, ma non è abbastanza”, ha precisato. “Le nostre imprese potrebbero avere un ruolo più importante nel settore industriale”, ha sostenuto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia. L’Albania si appresta ad avviare un ambizioso piano di infrastrutture stradali del valore oltre 805 milioni di euro per mettersi al paro con gli altri paesi europei. Rivolgendosi in un perfetto italiano ai suoi ospiti, il premier albanese, Edi Rama, ha detto loro “guardate all’Albania come all’Italia dei vostri nonni” con “con meno tasse e meno burocrazia”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI