NATO
 
Nato: ministri Difesa si riuniscono domani a Bruxelles
Bruxelles, 13 feb 14:50 - (Agenzia Nova) - Il via libera alla creazione di nuovi comandi Nato, alla pianificazione di una missione di formazione in Iraq e la presa d'atto dei progressi verso una più equa ripartizioni degli oneri all'interno dell'Alleanza atlantica. Sono questi tre risultati attesi per la riunione della Nato a livello di ministri della Difesa, che si terrà domani e il 15 febbraio a Bruxelles. Ad anticipare gli argomenti della riunione il segretario generale Jens Stoltenberg, oggi in conferenza stampa: "Mi aspetto che troveremo un accordo – ha detto – sulla creazione di un nuovo comando congiunto per l'Atlantico (Joint Force Command for the Atlantic)". Il nuovo comando, secondo quanto spiegato da Stoltenberg, "si concentrerà sulla protezione delle linee di comunicazione marittima tra il Nord America e l'Europa, oltre che sulla protezione delle infrastrutture critiche". Il comando dovrebbe anche svolgere "un ruolo essenziale" nella risoluzione delle crisi e dei conflitti.

Stoltenberg si aspetta inoltre che i ventinove alleati, nel corso della ministeriale, diano il via libera alla creazione di un nuovo comando di sostegno al miglioramento del movimento rapido delle truppe e dell'equipaggiamento in Europa. Un altro tema in agenda sarà quello delle spese militari, con i primi piani nazionali che sono stati messi a punto dai Ventinove alleati. "Domani – ha spiegato Stoltenberg – prenderemo atto dei nostri progressi" in tal senso. "Nel 2014 – ha ricordato – solo tre alleati spendevano il 2 per cento del Prodotto interno lordo (Pil), o più, nella difesa", mentre "quest'anno ci aspettiamo che a farlo siano otto paesi". "Entro il 2024 – ha affermato Stoltenberg – ci aspettiamo che almeno quindici alleati spendano il 2 per cento del Pil o più per la difesa".

Previsto per domani un incontro con l'Alto rappresentante dell'Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, oltre che con rappresentanti di Svezia e Finlandia, per discutere della cooperazione Ue-Nato. Il 15 febbraio si parlerà invece della postura di difesa e deterrenza dell'Alleanza atlantica, oltre che del suo ruolo per proiettare stabilità e nella lotta al terrorismo. "Dal momento che il focus della Coalizione" contro lo Stato islamico (Is) "sta passando da operazioni combat alla capacity building, il sostegno della Nato per l'addestramento diverrà sempre più importante. Quindi mi aspetto che giovedì (15 febbraio) – ha detto Stoltenberg – concorderemo sull'avvio della pianificazione per una missione di addestramento della Nato in Iraq, con lo scopo di lanciarla al vertice di luglio" a Bruxelles. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI