SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Montezemolo (Ntv) a "Il Corriere della Sera", nessuna colonizzazione, solo una bella storia italiana
Roma, 09 feb 18:00 - (Agenzia Nova) - Il presidente di Ntv, Luca Cordero di Montezemolo, in una intervista a "Il Corriere della Sera" commenta l'acquisizione di Italo da parte del fondo Usa Gip (Global Infrastructure Partners): "Vedo tanta retorica sul rischio di colonizzazione. Quando nel 2014 eravamo sul punto di chiudere, di portare i libri in tribunale, nessuno ha alzato un dito, solo Intesa SanPaolo. E anche adesso, quando l'offerta di Global Infrastructure è arrivata, non ho visto nessuno presentarsi con ipotesi alternative". Il presidente ritiene che il gruppo Usa rappresenti un grande segnale di ottimismo verso le possibilità dell'Italia: "Un atto di fiducia particolarmente importante in momenti come questo". Montezemolo ritiene infatti che Ntv abbia dimostrato come anche nel nostro paese si possa fare una grande azienda partendo da zero e da un'idea: "E in questo paese, così bistrattato, alla vigilia di elezioni che appaiono incerte, è arrivato un investitore che fa una scommessa sul suo futuro. E' un bel segnale. Saremmo stati dei pazzi a dire no. La Borsa era la prima opzione, ma bisogna essere realisti".

In merito invece al rischio che il progetto Italo possa essere ridimensionato visto che ora le Fs dovranno vedersela con gli statunitensi, il presidente è molto chiaro: "Hanno pagato 2,5 miliardi. Il modello di concorrenza italiana nei treni diventerà tra due anni il modello europeo. Quando in tutta Europa si aprirà la concorrenza, Italo, per General Infrastructure, sarà la piattaforma di lancio per espandersi. La cifra enorme che hanno investito dimostra che hanno intenzione di crescere e sviluppare questo business", ha concluso Montezemolo. (Res)
ARTICOLI CORRELATI