SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Siria, Russia accusa Stati Uniti della distruzione di un ponte sull'Eufrate
Mosca, 09 feb 18:15 - (Agenzia Nova) - Il forte aumento dei livelli di acqua nel fiume Eufrate in Siria potrebbe essere stato causato dal crollo di un ponte costruito dai militari russi e distrutto dalle forze guidate dagli Stati Uniti. Lo ha riferito l’organo d’informazione del ministero della Difesa di Mosca, “Krasnaja Zvezda” (Stella Rossa). Secondo le autorità russe, qualcuno ha intenzionalmente aperto le cateratte della diga idroelettrica Et Tabka, "che si trova sul territorio dei partiti di opposizione, controllato dalla coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti". A questo proposito, il ministero della Difesa ipotizza che gli Stati Uniti possano essere coinvolti nella “barbara” distruzione del ponte per “impedire il rafforzamento delle autorità del governo legittimo della Siria sulla riva sinistra dell'Eufrate”, zona dove Washington “sta cercando di aumentare la propria influenza". Il ponte mobile per veicoli leggeri era stato assemblato dai militari russi sull'Eufrate nella periferia di Deir ez Zor il 23 settembre 2017. La struttura di 212 metri aveva una capacità di 60 tonnellate. Il primo ottobre 2017 il ponte mobile era stato trasferito alla parte siriana per garantire il passaggio di persone, veicoli e carichi di vario tipo. "Ciò ha contribuito ad un significativo miglioramento della situazione umanitaria nei distretti della riva sinistra dell'Eufrate", ha aggiunto il ministero della Difesa. (Res)
ARTICOLI CORRELATI