SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: ministro Esteri sudanese Ghandour, nessuna intenzione di costruire base militare turca a Suakin
Il Cairo, 09 feb 15:00 - (Agenzia Nova) - Il Sudan non ha alcuna intenzione di costruire una base militare turca a Suakin. Lo ha dichiarato ieri il ministro degli Esteri sudanese Ibrahim Ghandour nel corso di una conferenza stampa congiunta con l'omologo egiziano Sameh Shoukry tenuta al termine del loro incontro al Cairo. “Non si è discusso della costruzione di una base militare turca a Suakin né in qualsiasi altra parte del Sudan”, ha detto Ghandour. “Suakin non è un'isola ma una città che ha un vecchio porto di quattro chilometri. È piena di case in rovina che la parte turca ha offerto di ricostruire insieme a due moschee per trasformarla in una destinazione turistica”, ha aggiunto Ghandour. Nel corso dell’incontro di ieri, cui hanno partecipato anche i capi dell’intelligence dei due paesi, è stata concordata la necessità di attivare meccanismi e comitati congiunti e di istituire un meccanismo di consultazione tra i ministeri degli Esteri e i servizi d’intelligence al fine di promuovere la solidarietà e la cooperazione tra i due paesi nel quadro della relazione strategica che li lega.

L’organismo sarà incaricato di trattare tutti i fascicoli e le questioni relative alle loro relazioni bilaterali nei vari campi. La riunione di ieri giunge dopo l’incontro fra i presidenti Abdel Fatah al Sisi e Omar al Bashir, che si è tenuto la scorsa settimana a margine del vertice Ua di Addis Abeba. Sempre a margine del summit Ua, Al Sisi, Bashir e il premier etiope Hailemariam Desalegn hanno fissato un termine di un mese per avviare la ripresa dei colloqui sulla diga Gerd. Nel corso dell’incontro i tre leader hanno inoltre incaricato i rispettivi ministri dell’Energia e delle risorse idriche di redigere entro 30 giorni una relazione incaricata di risolvere tutte le questioni in sospeso riguardanti il progetto e hanno concordato l’intenzione di tenere riunioni tripartite a livello di capi di Stato con cadenza annuale e di creare un fondo con l'obiettivo di costruire infrastrutture congiunte fra i tre paesi. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI