SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Egitto, presidente Al Sisi segue da vicino maxi-operazione militare in Sinai
Il Cairo, 09 feb 16:00 - (Agenzia Nova) - Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi segue personalmente dalla sala di comando gli ultimi sviluppi dell’operazione militare "Sinai 2018”, lanciata oggi dalle Forze armate nella parte centrale e settentrionale della penisola egiziana. Lo riferisce l’emittente televisiva pubblica che dedica ampio spazio alla vasta azione anti-terrorismo. "L’Aeronautica sta prendendo di mira i nascondigli che i gruppi terroristici usano come base per lanciare i loro attacchi contro le forze dell'ordine e i civili nel Sinai centrale e settentrionale", ha detto il colonnello Tamer al Rifae, portavoce militare, attraverso un comunicato. "La Marina ha stretto i controlli per tagliare i rifornimenti ai terroristi, mentre è stato rafforzato il livello di sicurezza ai confini marittimi", ha annunciato al Rifae.

Le Forze armate egiziane hanno avviato oggi una nuova operazione antiterrorismo nel Sinai settentrionale, nel Delta del Nilo e nel Deserto occidentale. “L’operazione rientra nelle direttive del presidente Al Sisi allo Stato maggiore della Difesa e al ministero dell’Interno sull’attuazione della lotta totale al terrorismo in collaborazione con tutte le istituzioni dello Stato”, ha detto Al Rifae. Le Forze armate del Cairo invitano la popolazione a collaborare alla lotta al terrorismo, denunciando immediatamente “elementi che minacciano la sicurezza e la stabilità della patria”. Alla fine di novembre 2017, il presidente Al Sisi aveva dato al capo di Stato maggiore, generale Mohamed Hegazi, tre mesi di tempo per ripristinare sicurezza e stabilità nel Sinai settentrionale. L’operazione avviata oggi include anche le altre regioni dell’Egitto dove gruppi terroristici sono maggiormente presenti e attivi. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI