RUANDA-ISRAELE
Mostra l'articolo per intero...
 
Ruanda-Israele: governo rifiuta di ricevere deputati dell'opposizione israeliana per discutere espulsioni migranti africani (2)
Kigali, 09 feb 19:15 - (Agenzia Nova) - Lo scorso 7 febbraio centinaia di manifestanti si sono radunati fuori dall’ambasciata del Ruanda, nella città israeliana di Herzeliya, per protestare contro i provvedimenti in materia di immigrazione adottati dal governo di Tel Aviv. Secondo quanto riferisce il quotidiano israeliano “Haaretz”, i manifestanti hanno chiesto al presidente Paul Kagame, che è anche presidente di turno dell’Unione africana (Ua), di opporsi al piano del governo israeliano di espellere 38 mila migranti, per la maggior parte di origine sudanese ed eritrea. Il riferimento è al piano del governo israeliano, già denunciato nei giorni scorsi dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) e dall’organizzazione non governativa Human Rights Watch (Hrw), in cui si minaccia l’arresto di migliaia di immigrati irregolari africani se questi non lasceranno il paese entro la fine di marzo. Ai migranti – in prevalenza di nazionalità eritrea e sudanese – saranno forniti 3.500 dollari in cambio della loro partenza verso i loro paesi d’origine o, in alternativa, verso l’Uganda o il Ruanda. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI