ENERGIA
 
Energia: provvedimento sulla spesa federale Usa prevede la vendita di riserve strategiche di petrolio
Washington, 09 feb 21:25 - (Agenzia Nova) - Tra le componenti del provvedimento sulla spesa federale varato ieri e firmato questa mattina dal presidente Donald Trump, quella sulle riserve strategiche di petrolio (Spr) ha sollevato molte critiche. Lo riferiscono media statunitensi. La vendita di barili di greggio prelevati dalle scorte strategiche non dovrà eccedere i 350 milioni di dollari nell’attuale anno fiscale. Alla data del 2 febbraio scorso, le Spr potevano contare su 665 milioni di barili su un capacità di 713,5 milioni. Le Spr sono una creazione del 1975 dell’ex presidente Gerald Ford in risposta l’embargo adottato dall’Organizzazione del paesi esportatori di petrolio (Opec) per la politica statunitense su Israele. Alle riserve si è ricorso solo in casi di emergenza. È accaduto nel 2011 in occasione del movimento delle “Primavere arabe”, quando c’è stata carenza di greggio negli Usa. Tra le reazioni contrarie alla vendita delle riserve quella di Healy Baumgardner, ex collaboratrice della campagna elettorale di Trump e già capo ufficio stampa al dipartimento per l’Energia. Le riserve sono fondamentali per la sicurezza nazionale, “non uno strumento per equilibrare i mercati, ha detto, aggiungendo che il Congresso dovrebbe cercare altrove i fondi per finanziare la sua “spesa frivola”, invece di “mettere in pericolo” la sicurezza nazionale del Paese. (Res)
ARTICOLI CORRELATI