SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Iraq, vicepresidente Maliki, "non permetteremo la creazione di una nuova Israele" nel nord del paese
Baghdad, 18 set 2017 15:30 - (Agenzia Nova) - Il vicepresidente iracheno, Nouri al Maliki, ha detto che non permetterà la creazione di "un altro stato di Israele" nel nord del paese, in allusione al referendum sull'indipendenza della regione autonoma del Kurdistan previsto per il 25 settembre prossimo. Dopo un incontro con l'ambasciatore Usa a Baghdad, Douglas A. Silliman, Maliki ha affermato che il referendum deve essere "cancellato o rinviato perché incostituzionale", aggiungendo che il voto "non serve agli interessi degli iracheni o dei curdi". Lo scorso 12 settembre il ministro della Giustizia israeliano, Ayelet Shaked, ha dichiarato durante una conferenza internazionale contro il terrorismo che Israele sostiene l'indipendenza dei curdi, ed in particolare nella regione autonoma del Kurdistan iracheno. "Israele e i paesi occidentali - ha detto il ministro -. hanno tutto l'interesse ad assistere la nascita di uno Stato del Kurdistan. Credo che per gli Stati Uniti sia giunto il momento di sostenere tale processo". Il governo regionale del Kurdistan ha indetto un referendum per l'indipendenza da Baghdad il prossimo 25 settembre. Gli Stati Uniti, la Turchia e l'Iran si sono formalmente opposti al referendum. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI