FINESTRA SUL MONDO
 
Finestra sul mondo: Israele, Netanyahu mette in dubbio la "imparzialità" della Francia
Parigi, 16 mag 2016 11:07 - (Agenzia Nova) - Accoglienza gelida domenica 15 maggio in Israele per il ministro degli Esteri francese, Jean-Marc Ayrault: venuto a caldeggiare l'iniziativa diplomatica proposta dalla Francia per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente, Ayrault si è visto rinfacciare una mancanza di "imparzialità" da parte del primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu. Del resto lo stesso protocollo della visita del ministro francese dimostra di quanta scarsa considerazione al momento goda in Israele la Francia: la tappa è stata brevissima, appena qualche ora per l'incontro con Netanyahu all'aeroporto di Tel Aviv. Poche ore prima dell'arrivo del capo della diplomazia francese, Netanyahu aveva apertamente condannato il recente voto della Francia a favore della risoluzione dell'Unesco (l'Agenzia Onu per la Cultura e l'infanzia) che, oltre a chiedere il mantenimento dello status quo a Gerusalemme, inglobava anche degli emendamenti proposti da diversi paesi arabi che mettono in dubbio l'autenticità di alcuni antichi luoghi santi ebraici: "Una decisione scandalosa", l'ha bollata il premier israeliano, "che non riconosce i legami millenari del popolo ebraico con il Monte del Tempio e getta un'ombra sull'imparzialità della conferenza che la Francia tenta di convocare". Netanyahu ha rincarato la dose contro l'iniziativa diplomatica francese ribadendo l'ostilità di Israele ad ogni tentativo di internazionalizzare i negoziati in Medio Oriente: "Il solo modo di progredire verso una vera pace tra Israele ed i Palestinesi", ha scandito, "sono trattative dirette senza precondizioni". Da parte sua il ministro francese non si è fatto intimidire da questo fuoco di fila contrario: "Capisco le regioni del disaccordo di Netanyahu", ha detto, "ma esse non fanno altri che rafforzare le mie convinzioni"; secondo Ayrault, l'attuale congelamento del dialogo israelo-palestinese è "pericoloso" e la proposta francese per rilanciarlo è "disinteressata". Al premier israeliano ed al presidente palestinese Mahmoud Abbas, che più tardi nella giornata di ieri ha incontrato a Ramallah in Cisgiordania, Ayrault ha illustrato i dettagli dell'iniziativa diplomatica della Francia, che dovrebbe prender corpo con un vertice il 30 maggio prossimo a Parigi dei ministri degli Esteri di molti paesi interessati ad una soluzione della crisi in Medio Oriente; anche se ha ammesso che resta incerta l'adesione degli Stati Uniti a quella riunione. (Sit)
ARTICOLI CORRELATI