MEDIO ORIENTE
 
Medio Oriente: ministro Energia israeliano a "Nova", decisione Usa contribuirà a processo di pace sul lungo periodo
Roma , 07 dic 10:42 - (Agenzia Nova) - La decisione statunitense di riconoscere Gerusalemme come capitale dello Stato ebraico “contribuirà al processo di pace sul lungo periodo”. E’ quanto dichiara ad “Agenzia Nova” il ministro dell’Energia e delle risorse idriche israeliano, Yuval Steinitz, commentando l’annuncio di ieri del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. “Nel breve periodo ci saranno proteste e violenze”, spiega Steinitz, che definisce la decisione di Washington “molto buona e positiva”. Il ministro israeliano evidenzia che “tutti riconoscono Gerusalemme come capitale” dello Stato ebraico. A tal proposito Steinitz ricorda che i capi di Stato e di governo di tutto il mondo si recano a Gerusalemme e non a Tel Aviv durante le loro visite ufficiali. “Anche i leader palestinesi Yasser Arafat e Mahmoud Abbas si sono recati a Gerusalemme quando hanno visitato Israele”, precisa il ministro secondo cui Washington ha riconosciuto un “dato di fatto”. (Mom)
ARTICOLI CORRELATI