TUNISIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Tunisia: proteste Tataouine, premier Chahed convoca riunione emergenza con ministri Difesa e Interno (3)
Tunisi, 22 mag 18:08 - (Agenzia Nova) - Le proteste si sono allargate oggi al governatorato sud-occidentale di Kebili, al confine con l’Algeria, dove i manifestanti hanno bloccato le attività della società anglo-francese Perenco, presente nell’area con i tre giacimenti di El Franig, Tarfa e Baguel (4.500 barili di petrolio equivalente al giorno nel 2015) e della Winstar, controllata della canadese Serinus, attiva nella zona con il 45 per cento del giacimento di Sabira (circa 650 barili di petrolio equivalente al giorno). “La protesta pacifica è iniziata oggi alle 10 del mattino", ha detto Aymen Abdallah, portavoce del movimento di protesta, citati dai media nazionali, aggiungendo che le rivendicazioni del movimento sono principalmente "occupazione e crescita". "La gente qui vuole lavorare", ha detto Abdallah. (segue) (Tut)
ARTICOLI CORRELATI