TUNISIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Tunisia: proteste Tataouine, premier Chahed convoca riunione emergenza con ministri Difesa e Interno (7)
Tunisi, 22 mag 18:08 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Tunisia, Beji Caid Essebsi, è intervenuto lo scorso 10 maggio in un discorso alla nazione che ha tenuto inchiodati milioni di cittadini davanti ai televisori, spiegando che la democrazia tunisina “sta affrontando diversi pericoli” e che il percorso democratico avviato con la rivoluzione del 2011 “è seriamente minacciato”. Il presidente ha poi annunciato che d’ora in poi l'esercito avrà il compito di proteggere le fonti della produzione nazionale, tra cui quella dei fosfati, spesso bloccata dalle proteste dei giovani disoccupati. Il capo dello Stato ha spiegato che i cittadini hanno tutto il diritto di protestare, ma senza bloccare la produzione e privare lo Stato di redditi in grado di rimpinguare le vuote casse tunisine. La democrazia tunisina “sta affrontando diversi pericoli” e il percorso democratico avviato con la rivoluzione del 2011 “è seriamente minacciato”, aveva aggiunto Essebsi. (segue) (Tut)
ARTICOLI CORRELATI