TUNISIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Tunisia: proteste Tataouine, premier Chahed convoca riunione emergenza con ministri Difesa e Interno (8)
Tunisi, 22 mag 18:08 - (Agenzia Nova) - Nello stesso giorno del discorso del presidente alla nazione, un venditore ambulante di 36 anni di nome Adel Dridi ha cercato di darsi fuoco vicino Tunisi (a Tebourba, antica colonia romana di Thuburgo Minus, 30 chilometri a ovest di Tunisi) dopo che le autorità gli avevano vietato di vendere le merci in un luogo dove teoricamente poteva farlo. L’uomo afferma di essere stato vittima dei soprusi di un agente che già in passato gli aveva proibito di vendere le merci. Dridi è stato dimesso dall’ospedale con ustioni al collo e in altre parti del corpo. L'episodio aveva scatenato proteste tra i giovani della città, che a centinaia erano scesi in strada dando fuoco a pneumatici e lanciando pietre contro le forze dell'ordine, che avevano disperso i manifestanti con lancio di lacrimogeni. L'episodio ricorda quello che nel 2010 diede vita alla rivoluzione dei gelsomini, quando il giovane venditore ambulante Mohamed Bouazizi si diede fuoco in segno di protesta contro i soprusi della polizia e la dittatura del regime dell'ex presidente Ben Ali. Bouazizi morì in ospedale il 4 gennaio 2011 per le gravi ustioni riportate e la sua morte è considerata ancora oggi come l'inizio della primavera araba, la scintilla che accese le grandi proteste del 14 gennaio 2011, quando Ben Ali fu costretto a fuggire all'estero, dove ancora risiede. (Tut)
ARTICOLI CORRELATI