SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Leonardo cresce in Africa nel settore del controllo del traffico aereo
Roma, 24 ott 18:45 - (Agenzia Nova) - Leonardo rafforza la propria presenza in Africa nel settore del controllo del traffico aereo (Air Traffic Control - Atc) grazie a due contratti, firmati recentemente, che prevedono la fornitura di sistemi Atc in Somalia e Sudan. Come riferisce un comunicato, l’annuncio è stato diffuso durante la manifestazione African Airshow, in corso ad Accra (Ghana), al quale la società partecipa con un proprio spazio espositivo. Il primo contratto è stato firmato a Montreal con Icao (International Civil Aviation Organisation) che lo ha sottoscritto per conto del governo federale della Somalia. Leonardo, con il supporto della propria società Selex ES Technologies Limited (Setl) con sede in Kenya, fornirà un centro nazionale di controllo d’area (Acc-Air Control Centre) e tre torri di controllo che verranno installate nei maggiori aeroporti del Paese per un totale di 16 postazioni operatore, oltre a un sistema radio Vhf e una rete satellitare. I sistemi saranno operativi entro la metà del 2018 e garantiranno la gestione completa del traffico aereo somalo. Il centro nazionale di controllo d’area integrerà un'ampia gamma di prodotti e strumenti e consentirà di soddisfare diversi requisiti operativi e ambienti di gestione del traffico aereo: dai grandi centri nazionali fino alle più piccole torri di controllo.

La seconda acquisizione riguarda il Sudan: attraverso Selex ES Technologies Limited, Leonardo doterà l'autorità per l’aviazione civile del Paese (Scaa – Sudan Civil Aviaton Authority) di una rete nazionale ADS-B (Automatic Dependent Surveillance- Broadcast) e aggiornerà al modello Sir-S /I quattro sistemi radar secondari operativi a Khartoum, Port Sudan, Dongola e El Obeid, forniti da Leonardo a Scaa nel 2009. Le consegne sono previste a partire dalla metà del 2018. L’Ads-B è una tecnologia di sorveglianza che permette di monitorare un velivolo grazie alla trasmissione periodica via satellite della sua posizione. Le stazioni di terra di Leonardo ricevono quindi informazioni su altitudine, velocità e posizione dal Gps del velivolo, permettendo ai controllori di "vedere" in tempo reale gli aerei cooperanti nello spazio monitorato, con una notevole ottimizzazione della gestione del traffico aereo. L’aggiornamento dei quattro radar secondari allo standard tecnologico Sir-S /I garantirà la massima precisione nell’identificazione degli aeromobili, maggiore consapevolezza dello scenario e capacità di sorveglianza ottimizzate. (Com)
ARTICOLI CORRELATI