SPOLETO
 
Spoleto: venerdì l'incontro al Museo archeologico nazionale sul 'fulmine di Todi'
Roma, 24 ott 2017 18:48 - (Agenzia Nova) - Venerdì 27 ottobre, alle ore 17, nell'ambito del secondo ciclo di incontri "Raccontare la storia", la studiosa Dorica Manconi, già membro della Soprintendenza archeologica dell’Umbria, e l’archeologo Stefano Spiganti terranno un incontro al Museo archeologico nazionale di Spoleto, dal titolo "Un fulmine caduto…a Todi", dedicato al “fulgur conditum”, una vera e propria sepoltura di un fulmine, scoperta a Todi nel 2010. La sepoltura è parte di un caratteristico rituale italico, collegato alla liturgia etrusca dei “libri fulgurales”, nel corso del quale i sacerdoti addetti recitavano l’espiazione, cioè pulivano il luogo colpito ed eliminavano le tracce del fulmine, sotterrando gli oggetti che quest’ultimo aveva trafitto e frantumato, recintandolo e consacrandolo alla divinità. Lo scavo di Todi, ha rivelato un’iscrizione, "fulgur conditum", risalente al I-II secolo dopo Cristo, che indicava e sigillava la sepoltura del fulmine, poggiata sopra un pozzo nel quale erano stati interrati gli elementi di rivestimento in marmo di un monumento, probabilmente funerario, considerata l’area di rinvenimento. (Ren)
ARTICOLI CORRELATI