SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: premier israeliano, qualsiasi intesa intra-palestinese deve prevedere disarmo Hamas e riconoscimento Israele
Gerusalemme, 13 ott 15:15 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato ieri che qualsiasi accordo di riconciliazione tra le fazioni palestinesi deve rispettare gli accordi internazionali e le disposizioni stabilite dal Quartetto per il Medio Oriente (composto da Nazioni Unite, Stati Uniti, Unione Europea e Russia) tra cui il riconoscimento di Israele e il disarmo di Hamas. In una dichiarazione diramata dall’ufficio del primo ministro, Netanyahu ha sottolineato: “Israele esaminerà gli sviluppi sul campo e agirà di conseguenza". I principali movimenti palestinesi, Hamas e Fatah, hanno raggiunto un accordo nel corso della riunione che si è svolta nei giorni scorsi al Cairo e questa mattina i dirigenti dei due gruppi palestinesi hanno organizzato una conferenza stampa per illustrarne i dettagli. Il portavoce del movimento islamista palestinese Hamas, Fouzi Barhoum, ha rivelato che “il primo round dei colloqui con Fatah si è concluso al Cairo in modo positivo”. Il politico palestinese ha aggiunto che il dialogo proseguirà senza il bisogno della mediazione egiziana in quanto “il clima è positivo e siamo ottimisti. C’è un senso di responsabilità verso la necessità di sistemare le questioni interne e i dossier ancora in sospeso come quello della crisi di Gaza”. Per Barhoum “tutto ci spinge verso una riconciliazione nazionale sui temi che riguardano la questione palestinese”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI