SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Corea del Sud, carro armato K-2 utilizzerà sistemi di trasmissione importati
Seul, 13 ott 15:15 - (Agenzia Nova) - Il nuovo carro armato K-2 Black Panther, in servizio in soli 3 esemplari nei reparti meccanizzati dell’Esercito sudcoreano dopo un lungo processo di sviluppo interrotto da polemiche relative alla qualità delle componenti di produzione domestica e alle reali capacità operative del veicolo, verrà equipaggiato con sistemi di trasmissione importati. Lo ha comunicato oggi l’Agenzia di approvvigionamento delle forze armate di Seul (Dapa), rinunciando formalmente ad includere il carro armato nel piano quinquennale teso a localizzare la produzione delle componenti per i sistemi d'arma strategici. Secondo l’agenzia la produzione in massa dei K-2, più volte ritardata, dovrebbe essere completata entro il 2020, con tre anni di ritardo rispetto al programma iniziale. La trasmissione sviluppata dall’azienda domestica S&T Dynamics, che non si è dimostrata all’altezza dei requisiti di affidabilità richiesti dalle Forze armate, verrà invece acquistata da un fornitore straniero, mentre il sistema di propulsione dovrebbe essere selezionato tra varie opzioni di produzione nazionale.

Il programma di sviluppo del carro armato K-2 Black Panther, avviato nel lontano 1995, si è arenato quest’anno a causa di una disputa tra la Difesa sudcoreana e S & T Co. Ltd, produttore di alcune componenti fondamentali del veicolo. I due soggetti si sono fronteggiati in tribunale, dopo la bocciatura del sistema di trasmissione del veicolo cingolato, che non risponderebbe alle specifiche richieste dalla Dapa, l'agenzia governativa per le acquisizioni militari di Seul. L'azienda ha accusato la Difesa di aver fissato requisiti troppo rigidi: nello specifico, l'azienda ha contestato alla Dapa la richiesta di garantire alla componente meccanica una vita operativa di ben 9.600 chilometri. Stando ai media sudcoreani, un gran numero di K2 sono rimasti fermi in magazzino per mesi in attesa di sistemi di trasmissione fabbricati in Corea del Sud che a quanto pare non arriveranno mai.

Il governo di Seul ha valutato nei mesi scorsi l'acquisto di un centinaio di motori e sistemi di trasmissione tedeschi, che sono già stati collaudati sul nuovo carro armato ed hanno esibito prestazioni più che soddisfacenti; da vanto dell'industria della Difesa domestica, però, il progetto del K-2 rischia di trasformarsi così in un imbarazzo. Il K-2, uno dei carri armati più avanzati al mondo, avrà un costo unitario di 7,5 milioni di dollari, e Seul spera di esportarlo in diversi altri paesi.

La Corea del Sud ha adottato negli anni scorsi un piano quinquennale teso a localizzare la produzione di componenti per i sistemi d'arma strategici. Il piano prevede che l'Agenzia per le acquisizioni della difesa (Dapa) sostenga le imprese locali nella produzione di dozzine di componenti per dieci sistemi d'arma domestici in cinque settori: veicoli, armi da fuoco, velivoli, navi e strumenti di ricognizione. Tra i sistemi d'arma interessati dal progetto figurano il carro armato K-2, il semovente d'artiglieria lanciarazzi Chunmoo, l'elicottero multiruolo KUH-1 Surion, il velivolo d'attacco Boramae - ancora sulla carta - i cacciatorpediniere lanciamissili KD-III e due radar per la ricognizione e la sorveglianza. (Git)
ARTICOLI CORRELATI