SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Qatar-Italia: delegazione Leonardo a Doha per progetti Campionati del mondo 2022
Doha, 12 ott 18:45 - (Agenzia Nova) - Una delegazione della società italiana Leonardo, guidata dall’amministratore delegato Alessandro Profumo, si è recata lo scorso 10 ottobre in visita in Qatar. Secondo quanto riferisce un comunicato stampa del Supreme Committee for Delivery and Legacy (Sc), ente responsabile della fornitura delle infrastrutture necessarie e della gestione dei progetti in corso d’opera per ospitare i Campionati del mondo di calcio 2022, Profumo ha sottolineato l’importanza dei rapporti tra Leonardo e il Qatar. La delegazione guidata dall’Ad di Leonardo era composta dal direttore commerciale, Lorenzo Mariani, dal responsabile delle relazioni internazionali del Gruppo, Carlo Formosa, e dal direttore generale dell’ufficio di Leonardo in Qatar, Valerio Stella. Agli incontri ha partecipato anche l’ambasciatore italiano a Doha, Pasquale Salzano. Durante la visita la delegazione è stata ricevuta dal primo ministro e ministro dell’Interno del Qatar, Abdullah bin Nasser al Thani. Secondo quanto riferito nel comunicato stampa diffuso ieri dall’Sc, il vicedirettore esecutivo della sicurezza del Comitato, Ali Mohamed al Ali, ha accolto personalmente la delegazione di Leonardo presso la Al Bidda Tower. Nel corso dell’incontro Al Ali ha presentato ai rappresentanti del Gruppo italiano i progetti avviati per ospitare i Campionati del mondo del 2022 e la strategia dell’Sc per garantire la sicurezza dell’evento. Al termine della visita, Profumo ha osservato che l’incontro ha rappresentato una opportunità per rafforzare ulteriormente il rapporto tra Leonardo e il Qatar e stabilire una solida base per nuove collaborazioni e il trasferimento di conoscenze tra l’Sc e il Gruppo. Leonardo ha lavorato con successo nel campo della sicurezza di eventi di primaria importante tra cui l’Expo di Milano del 2015, i Giochi olimpici invernali di Sochi (Russia) del 2014, i Giochi del Commonwealth disputati a Glasgow nel 2014 e altre rassegne di alto profilo, tra cui il vertice del G7 organizzato a Taormina. Leonardo è inoltre un fornitore leader di sistemi di videosorveglianza, controllo accessi, antiintrusione, informazione pubblica, telecomunicazioni e sistemi di automazione dello Stato al Bayt in Qatar, il cui progetto vede tra i principali appaltatori la società italiana Salini Impregilo e Galfar Misnad.

Durante l'incontro, la delegazione di Leonardo ha illustrato le opportunità offerte dal Qatar nella protezione delle infrastrutture critiche e come queste possano essere ulteriormente migliorate per servire l’organizzazione del Campionato mondiale di calcio della Fifa, permettendo alla Sc di massimizzare le sinergie e l'interoperabilità di diversi impianti. Da parte sua Al Ali ha sottolineato che la visita della delegazione di Leonardo è un chiaro segnale della continua collaborazione tra Italia e Qatar. "Leonardo è leader mondiale nel settore delle tecnologie ad alta tecnologia e la nostra continua collaborazione - accanto ai committenti principali Galfar Misnad e Salini Impregilo - sul progetto dell’Al Bayt Stadium mette in evidenza il nostro impegno a fornire i migliori stadi, strutture e esperienze per i Campionati del mondo di calcio nel 2022”, ha dichiarato. Secondo Al Ali, "il Qatar e l'Italia hanno molti legami, sia nell’economia che a livello culturale, e questa visita offre l’opportunità di rafforzare queste relazioni”. Per Al Ali, i lavori presso l’Al Bayt Stadium stanno avanzando rapidamente: “Siamo certi che sarà uno dei mondiali più simbolici organizzati dalla Fifa, offrendo ai tifosi un'immagine della cultura araba, della sua ospitalità e della sua storia. Non vediamo l'ora di proseguire questa relazione con Leonardo, Salini Impregilo e tutti i nostri stakeholder chiave mentre lavoriamo insieme per offrire uno straordinario Campionato del mondo”.

La visita della delegazione italiana segue il recente rafforzamento delle relazioni bilaterali tra l'Italia e il Qatar. Lo scorso 12 giugno, il ministro delle Finanze del Qatar, Ali Sherif al Emadi, ha incontrato a Roma l’omologo italiano Pier Carlo Padoan, con l’intento di rafforzare ulteriormente i legami economici tra i due paesi. Nel mese di luglio, il ministro degli Esteri qatariota, Mohammed bin Abdulrahman al Thani, si è recato in visita a Roma dove ha avuto colloqui con l’omologo Angelino Alfano. Infine il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti italiano, Graziano Delrio, si è recato a Doha dal 4 al 6 settembre per partecipare all’inaugurazione del nuovo porto in acque profonde “Hamad”. In occasione della sua permanenza a Doha, il ministro ha avuto colloqui con il primo ministro, Abdullah bin Nasser al Thani, con il vice primo ministro, Ahmed bin Abdullah bin Zaid Al-Mahmoud, con l’omologo, Jassim Seif Ahmed al Sulaiti, e con il presidente dell’Autorità per i lavori pubblici, Saad bin Ahmad al Muhannadi. Durante la sua permanenza a Doha, Delrio ha anche avuto modo di approfondire con l'amministratore delegato di Qatar Airways Akbar Al Baker la conclusione dell'accordo con Meridiana e la conferma dell'ambizioso piano di investimenti previsto per il rilancio della compagnia.




(Res)
ARTICOLI CORRELATI