SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: re di Giorgia Abdullah riceve ministro Difesa del Kenya, focus su cooperazione sicurezza e lotta al terrorismo
Amman, 12 ott 15:00 - (Agenzia Nova) - Il re di Giordania Abdullah II e il ministro della Difesa del Kenya Raychelle Omam hanno esaminato rapporti militari tra i due paesi. Nel corso di un incontro tenutosi martedì ad Amman, Abdullah II e Omam hanno passato in rassegna gli ultimi sviluppi regionali e internazionali. I colloqui hanno sottolineato l'importanza di promuovere la cooperazione bilaterale politica ed economica. Secondo quanto riferisce un comunicato stampa della corte reale giordana, i colloqui si sono concentrati soprattutto sul settore della difesa. All’incontro hanno preso parte anche il capo di Stato maggiore delle Forze armate del Kenya, il generale Samson Mwathethe, e l’omologo giordano, Mahmoud Friehat. Durante il colloquio re Abdullah e il ministro Omam hanno discusso gli sforzi regionali e internazionali nella lotta contro il terrorismo e le modalità per rafforzare le relazioni bilaterali nell’interesse delle forze armate dei due paesi.

Nel settembre 2016 il sovrano giordano ha visitato il Kenya dove ha incontrato il presidente Uhuru Kenyatta. La visita ha dato nuovo slancio alle relazioni bilaterali tra i due paesi che hanno aperto le rispettive missioni diplomatiche e iniziato a cooperare in vari settori in particolare in quello del commercio, degli investimenti, nel comparto farmaceutico e del turismo sanitario. Lo scorso febbraio, l’ambasciatore della Giordania in Kenya, Suleiman Arabiyat, ha presentato le lettere credenziali al presidente Kenyatta e nel corso del 2017 i due paesi hanno assistito a reciproche visite di delegazioni diplomatiche e imprenditoriali.

A causa delle crisi in Siria e Iraq, la Giordania è stata costretta a chiudere parte delle sue frontiere, provocando una caduta del proprio commercio estero. Per tentare di contenere la crisi, Amman ha rivolto la sua attenzione verso il continente africano per l’esportazione dei suoi prodotti. Da parte sua il Kenya sta cercando di sfruttare la Giordania per poter inserirsi nei mercati della regione mediorientale e per migliorare la cooperazione con i paesi della regione nella lotta al terrorismo.

Citato dal quotidiano giordano “The Jordan Times”, il ministro dell'Industria, Yarub Qudah, ha affermato che le difficili circostanze regionali, come le crisi siriane e irachene, hanno colpito i mercati tradizionali di esportazione della Giordania, rendendo necessaria la ricerca di nuovi partner, in particolare tra i paesi africani con i più alti tassi di sviluppo economico. Secondo Qudah, i due paesi dovrebbero firmare prima della fine dell’anno un accordo di libero scambio che prevede anche incentivi per aiutare gli agricoltori giordani a competere sui mercati internazionali, in particolare quello del Kenya. (Res)
ARTICOLI CORRELATI