ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: egiziana Egpc indirà asta straordinaria per importazione di 700 mila tonnellate di prodotti petroliferi (2)
Il Cairo, 09 feb 10:50 - (Agenzia Nova) - Lo scorso 8 ottobre 2016 l’Egitto ha deciso di sostenere in sede di Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite la proposta di risoluzione della Russia sulla Siria, osteggiata da Riad. Il Cairo si è giustificato precisando di aver voluto sostenere sia la proposta di Mosca che quella presentata dalla Francia. Il gesto simbolico, considerato che nessuna delle due proposte di risoluzioni è stata approvata, ha scatenato forti reazioni in Arabia Saudita che secondo molti osservatori hanno considerato l’azione come un affronto nei confronti delle relazioni tra i due paesi. Riad ha risposto alla provocazione egiziana interrompendo il contratto di forniture di prodotti petroliferi sottoscritto nell'aprile 2016 al Cairo durante la storica visita di re Salman. Inizialmente la compagnia energetica Saudi Aramco continua a sottolineare che il blocco delle forniture, iniziato proprio in ottobre, è dovuto a problemi tecnici. Tuttavia finora la società non ha ancora fornito alle autorità del Cairo una data certa per la ripresa delle consegne di prodotti petroliferi. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI