FINESTRA SUL MONDO
 
Finestra sul mondo: Regno Unito, il revisore generale dei conti critica i tagli di spesa indiscriminati attuati dal 2010
Londra, 09 feb 10:54 - (Agenzia Nova) - In un discorso tenuto a Londra, riferito dal "Financial Times", Amyas Morse, revisore generale del National Audit Office (Nao), l'organismo parlamentare indipendente del Regno Unito responsabile del controllo dei conti del governo centrale, degli enti governativi e degli enti pubblici, ha dichiarato che i tagli alla spesa locale sono stati indiscriminati, che gli ospedali del servizio sanitario nazionale sono allo stremo e che il settore dell'istruzione sarà il prossimo a entrare in crisi. Morse ha espresso una critica ad ampio raggio sull'attuazione delle misure di risparmio, sottolineando che è mancato un dibattito pubblico aperto sui servizi per i quali i cittadini sono disposti a pagare. Dal 2010, ha spiegato, sono stati imposti tagli radicali ai bilanci comunali senza un esame della domanda e delle possibilità di risparmi di efficienza: "Non ho visto alcun tentativo basato su dati di fatto per conciliare il finanziamento delle esigenze dei servizi locali con le risorse disponibili", ha detto. Inoltre, ha aggiunto, nel tempo si è passati da un approccio "più per meno" a un approccio "meno per meno". Le conseguenze sono state il "razionamento invisibile dei servizi" e la caduta della loro qualità. Sull'assistenza sociale, prioritaria per i comuni, l'approccio è stato quello di "tenere tutti indietro". Col tempo i problemi sono emersi, nell'assistenza, nella sanità e nelle carceri; molte fondazioni del servizio sanitario nazionale sono in deficit, in alcuni casi per la prima volta, e con la prospettiva di un aumento della domanda. Secondo le previsioni di Morse, il sistema dell'istruzione potrebbe essere "il prossimo a sperimentare questo tipo di pressione" a causa della riduzione in termini reali dei fondi pro capite. (Sit)
ARTICOLI CORRELATI