IMMIGRAZIONE
Mostra l'articolo per intero...
 
Immigrazione: tensione tra i migranti in Grecia, Atene e Ankara impreparati in vista dell’avvio dei primi rimpatri (4)
Atene, 01 apr 2016 18:00 - (Agenzia Nova) - Alla luce di quanto sta accadendo oggi il primo ministro Alexis Tsipras ha tenuto una riunione del Consiglio di governo per i rifugiati e le politiche migratorie a Maximos mansion, durante la quale ha ribadito che la costruzione di nuove aree per ospitare i migranti che si trovano nel territorio greco per decongestionare i campi provvisori allestiti al porto del Pireo ed a Idomeni, è la priorità del governo greco. Il processo sarà intenso e potrebbe creare delle tensioni: l’obiettivo del governo è che i migranti e rifugiati possano trasferirsi in altri insediamenti in modo spontaneo ed evitare che possano degenerare in atti di violenza. Una delle ipotesi che il governo intende vagliare riguarda anche il possibile trasferimento dei migranti in base alla loro nazionalità. Al momento ci sono 11.324 rifugiati in Idomeni, al confine greco-macedone, e circa 5.750 nel porto di Pireo. Le autorità greche hanno poi deciso di inviare più agenti di polizia a Idomeni, al Pireo e sulle isole del mar Egeo proprio in vista dei primi rimpatri dei migranti verso la Turchia. L'azione è stata intrapresa anche a causa dell’aumento dei disordini tra i rifugiati, sempre più esagerati per le condizioni in cui vivono. (segue) (Gra)
ARTICOLI CORRELATI