IRAQ
 
Iraq: Barzani, avanti col referendum non accettiamo le minacce
Baghdad, 24 set 17:45 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Regione autonoma del Kurdistan iracheno, Masoud Barzani, si è detto “deciso ad andare avanti sulla strada del referendum per l’indipendenza”. Nel corso dell’attesa conferenza stampa tenuta oggi a Erbil dopo il rinvio di ieri, il leader curdo ha parlato del voto di domani chiarendo che “il nostro obiettivo è quello di creare uno stato democratico e non settario”. Barzani è convinto che “chi è contrario al referendum come la Comunità internazionale si ricrederà e accetterà il fatto compiuto”. I curdi infatti “respingono il linguaggio della minaccia. Il referendum è solo il primo passo di un lungo percorso e siamo pronti ad affrontare qualsiasi attacco. Nessun capo politico o militare potrà fermarci”. Per quanto riguarda i rapporti con Baghdad, i curdi vogliono “un nuovo piano di rapporti. Diventeremo due vicini. Abbiamo tentato molte volte di arrivare ad una soluzione con Baghdad col dialogo ma senza riuscirvi”. Intanto il portavoce delle tribù arabe di Ninive ha annunciato che i 300 mila arabi che vivono nel Kurdistan iracheno delle sue tribù parteciperanno al referendum di domani.
(Irb)
ARTICOLI CORRELATI