SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: ammiraglio Girardelli, forza militare della Marina necessaria per preservare patrimonio marittimo
Castellamare di Stabia, 10 apr 16:00 - (Agenzia Nova) - Affinché l'Italia possa preservare il proprio patrimonio marittimo è necessario assicurare alla marina la sua forza militare, in anticipo rispetto alle potenziali minacce. Lo ha sottolineato il capo di Stato maggiore della Marina militare, ammiraglio Valter Girardelli, nel suo intervento oggi a Castellammare di Stabia alla cerimonia del varo del troncone di prua della nuova Logistic Support Ship (Unità Lss) della Marina militare italiana. Il capo di Stato maggiore della marina militare ha ringraziato il ministro della Difesa Roberta Pinotti per l'attenzione che dedica ad un momento così importante per la Difesa, la Marina e la città di Castellammare di Stabia. Secondo Girardelli è stato "lungimirante" approvare il piano di rinnovamento da parte del ministro Pinotti i cui risultati sono tangibili oggi.

A modo di vedere del capo di Stato maggiore della Marina, al varo odierno possono essere attribuiti due profili di carattere strategico: a livello nazionale vede la ripresa delle costruzioni navali a Castellammare; mentre costruire una nave a lungo raggio è un fattore abilitante per tutta la marina militare, che poggia le fondamenta sulla flessibilità operativa e sulla spiccata autonomia logistica. Questa unità, ha spiegato, andrà a sostituire la classe Stromboli in modo da assicurare alle unità navali di altura di dislocarsi nel mondo dove vi siano interessi militari internazionali da salvaguardare e dove il governo e il parlamento decidano. Secondo Girardelli, per offrire al decisore politico un ventaglio di decisioni strategiche è necessario mantenere la capacità di presenza e sorveglianza in modo da esercitare dal mare e sul mare un effetto di deterrenza; in particolare nelle aree dove si assiste un proliferare di comportamenti illegali e destabilizzanti. (Res)
ARTICOLI CORRELATI