FINESTRA SUL MONDO
 
Finestra sul mondo: Spagna, Podemos riprende l'offensiva contro il Psoe e minaccia di interrompere i patti regionali
Madrid, 25 ott 2016 10:46 - (Agenzia Nova) - Il partito emergente spagnolo Podemos ha ripreso ieri la sua offensiva contro il Partito socialista (Psoe) nelle comunità autonome, un giorno dopo che il Comitato federale socialista ha definitivamente approvato l'astensione per agevolare l'investitura a primo ministro del candidato del Partito popolare (Pp) e premier uscente, Mariano Rajoy. In particolare, il partito di Pablo Iglesias ha nuovamente minacciato di rompere gli accordi di investitura e di governo firmati dopo le elezioni del maggio 2015 per favorire governi socialisti in diversi territori. Delle cinque regioni in cui il Psoe ha formato l'esecutivo grazie a Podemos, il partito di Iglesias si è dissociato completamente dai Socialisti in Estremadura e, nelle ultime settimane, ha rotto con il governatore in Castilla-La Mancha, Emiliano Garcia-Page. Ora ha lanciato nuovi avvertimenti negli altri tre territori nei quali sono ancora in atto diversi tipi di accordi con il Psoe: Baleari, Aragona e Valencia. La direzione del partito populista delle Baleari, ad esempio, ha messo in guardia i socialisti che l'accordo di governo firmato dopo il voto regionale, che ha permesso l'investitura di Francina Armengol, "sarà colpito a morte" se i deputati socialisti delle isole si asterranno per agevolare l'investitura di Rajoy nel parlamento nazionale. Nel corso di una conferenza stampa, il portavoce di Podemos in alla Camera dei deputati, Laura Camargo, ha inoltre avvertito che, anche se i deputati delle Baleari voteranno "no" all'investitura del leader del Pp, "ci sarà un serio problema" a "portare avanti l'agenda sugli Accordi per il cambiamento" nell'arcipelago. (Sit)
ARTICOLI CORRELATI