UE
Mostra l'articolo per intero...
 
Ue: quasi il 70 per cento dei cittadini extracomunitari è stato "economicamente attivo" nel 2015 (2)
Bruxelles, 06 giu 2016 11:42 - (Agenzia Nova) - Nella maggior parte degli stati membri, spiega Eurostat, il "tasso di attività" dei cittadini è stato superiore a quello degli extracomunitari. Ciò non vale tuttavia per la Grecia, dove il tasso di attività dei suoi cittadini è del 72,6 per cento a fronte di un tasso dell'80,7 per cento degli extracomunitari. A seguire Slovenia (75,7 per cento a fronte dell'83,5 per cento degli extracomunitari), Slovacchia (76,2 per cento a fronte dell'81,3 per cento) e Italia (67,9 per cento a fronte del 72,6 per cento). Gli extracomunitari sono "economicamente più attivi" anche in Spagna, Cipro, Portogallo, Repubblica Ceca e Ungheria. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI