GRECIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Grecia: domenica referendum dall’esito incerto (3)
Atene, 03 lug 2015 18:46 - (Agenzia Nova) - Oggi l’associazione delle banche greche ha annunciato che negli istituti di credito è rimasta una riserva di liquidità di un miliardo, ma che da lunedì in poi potrebbe non rimanere più nulle nelle casse se la Banca centrale europea non interverrà, ipotesi quasi impossibile in caso di vittoria del no. Sempre oggi, i due schieramenti sono tornati a chiedere ai cittadini di recarsi alle urne, sostenendo la propria posizione; il premier Alexis Tsipras e il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis continuano ad assicurare che anche in caso di vittoria del no un accordo con i creditori è possibile, anche perché la vittoria del no darebbe ad Atene una forza negoziale che potrebbe mutare gli equilibri al tavolo delle trattative, arrivando a parlare perfino di un taglio del debito del 30 per cento. I sostenitori del sì, in primis l’ex premier Antonis Samaras, hanno invece ribadito che l’unica possibilità di salvezza per la Grecia consiste nel rimanere in Europa e nella zona euro. (segue) (Gra)
ARTICOLI CORRELATI