ITALIA-EGITTO
Mostra l'articolo per intero...
 
Italia-Egitto: Gentiloni, collaborazione su Regeni insufficiente, pronti a misure "proporzionate" (2)
Roma, 05 apr 2016 12:54 - (Agenzia Nova) - In questo contesto l’incontro tra gli inquirenti egiziani e i colleghi italiani previsto questa settimana a Roma sarà “decisivo” per capire se vi sarà una “piena collaborazione” sul caso Regeni, ha aggiunto il titolare della Farnesina. “Piena collaborazione vuol dire acquisire la documentazione mancante che abbiamo formalmente richiesto. Vuol dire non accreditare verità distorte e di comodo. Vuol dire accertare chi fossero i responsabili della probabile messa sotto osservazione di Giulio Regeni nel periodo precedente alla sua scomparsa. Vuol dire accettare l’idea che gli inquirenti italiani possano avere un ruolo più attivo”, ha detto il capo della diplomazia italiana, sottolineando che sarà la Procura della repubblica a valutare se questo “cambio di marcia” si sarà effettivamente delineato. "La collaborazione tra il nostro team investigativo e le autorità egiziana si è rivelata genera e insufficiente", ha aggiunto il ministro degli Esteri. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI