IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: a rischio il nuovo “governo tecnico” proposto dal premier Abadi (6)
Baghdad, 05 apr 2016 12:55 - (Agenzia Nova) - Ora però il premier ha cinque giorni di tempo per trovare una soluzione all’impasse politica che rischia di creare una profonda frattura anche nella comunità sciita irachena. Se infatti da una parte Ammar al Hakim si è detto pronto a collaborare con Abadi per “ripristinare gli equilibri di potere” nel sistema politico, dall’altra al Sadr ha già chiarito che non accetterà alcun “passo indietro” sulle riforme politiche approvate dal parlamento e i suoi sostenitori scenderanno nuovamente in piazza se necessario. Un esponente del blocco sadrista ha riferito che il gruppo non tollererà un ritorno alle "odiose quote" previste dal sistema di potere iracheno post Saddam. I sostenitori di al Sadr hanno interrotto il sit-in di protesta permanente nella Zona verde di Baghdad, dove erano accampati da 12 giorni, il giorno stesso in cui Abadi ha presentato in parlamento le sue proposte per il nuovo governo tecnico. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI