SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Bulgaria, Banca industriale e commerciale cinese interessata a finanziamento centrale nucleare Belene
Sofia, 14 dic 2016 18:00 - (Agenzia Nova) - La Banca industriale e commerciale cinese ha manifestato interesse nel finanziamento di un progetto commerciale per la costruzione della centrale nucleare di Belene, in Bulgaria. Lo riferisce l’ufficio stampa del governo di Sofia. Nella giornata di oggi i rappresentanti della banca cinese hanno incontrato il primo ministro dimissionario della Bulgaria Bojko Borisov. Alla riunione hanno preso parte anche il vicepremier Tomislav Donchev e il ministro dell’Energia Temenouzhka Petkova. Borisov ha spiegato alla controparte cinese le condizioni poste dal governo bulgaro per portare avanti il progetto della centrale nucleare di Belene: assenza di finanziamenti statali e indisponibilità della Bulgaria a siglare contratti di fornitura energetica a lungo termine. I rappresentanti della Banca cinese hanno confermato l’interesse a finanziare il progetto anche in base a tali condizioni. Nel giugno di quest'anno la Corte di arbitrato internazionale di Ginevra ha dato ragione alla società russa Atomstroiexport nella disputa con la Compagnia energetica nazionale bulgara (Nec). La Nec è stata obbligata a compensare i danni per un importo di 620 milioni di euro, poi ridimensionato a 601,6 milioni. In aggiunta al rimborso è stata comminata una penale giornaliera per un importo di 130 mila euro. Nel mese di settembre, il governo di Sofia ha approvato un disegno di legge per fornire assistenza finanziaria a Nec affinché risolvesse gli obblighi di pagamento per Belene e nel mese di ottobre Atomstroiexport e la compagnia di stato bulgara hanno firmato un accordo sul pagamento del debito. (Bus)
ARTICOLI CORRELATI