MOZAMBICO
Mostra l'articolo per intero...
 
Mozambico: la Banca mondiale dimezza le stime di crescita e invita il governo Maputo ad attuare le riforme (3)
Maputo, 14 dic 2016 18:00 - (Agenzia Nova) - Ma il nodo del debito nascosto non esaurisce il catalogo delle criticità del paese. Nei primi dieci mesi dell'anno la moneta nazionale - il metical -, si è svalutata del 42 per cento sul dollaro. Un calo che rende più pesante l'onere verso i creditori: alla fine del 2016 il rapporto del debito sul Pil potrebbe arrivare al 130 per cento. La svalutazione si è poi rovesciata sul ritmo di crescita dei prezzi al consumo, arrivato al 25 per cento. Situazione ancora più delicata considerando che solo sui generi alimentari l'inflazione ad ottobre ha toccato quota 40 per cento, l'indice - spiega il rapporto - che più di ogni altro fa avvertire ai mozambicani l'entità della crisi. In questo scenario le notizie positive non possono venire da investimenti esteri diretti ed esportazioni: a fine 2016 i primi dovrebbero cadere del 17 per cento, le seconde dell'8 per cento. La carenza di liquido e la sofferenza della domanda interna, completano un quadro che porta l'economia mozambicana a fermare il suo ritmo di crescita per il 2016 al 3,6 per cento, ben lontano dal 6,6 di solo un anno fa. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI