USA
 
Usa: Senato chiede accesso agli atti nei confronti dell'ex consigliere per la sicurezza nazionale Flynn
New York, 11 mag 10:16 - (Agenzia Nova) - La commissione Intelligence del Senato Usa, che indaga sull'intromissione della Russia nel processo elettorale statunitense, ha emesso una richiesta di accesso agli atti (Subpoena) nei confronti dell'ex consigliere per la sicurezza nazionale di Trump, Michael Flynn. Il generale era stato allontanato dallo stesso Trump meno di un mese dopo l'insediamento della sua amministrazione, per aver mentito in merito alle sue telefonate con l'ambasciatore russo a Washington. Richard Burr, senatore repubblicano presidente della Commissione d'intelligence, e il vicepresidente, il democratico Mark Warner, hanno riferito che la commissione aveva già avanzato la richiesta di accesso ai documenti lo scorso 28 aprile, ma che il legale di Flynn aveva rifiutato di ottemperare alla richiesta. Il "Wall Street Journal" aveva riferito il 30 marzo scorso che Flynn, su consiglio dei suoi legali, si era offerto di testimoniare di fronte al Senato previa concessione di una immunità, che il suo avvocato aveva giustificato con la politicizzazione estrema del dibattito riguardante le presunte intromissioni russe. L'ipotesi di contatti o addirittura di un coordinamento tra il governo russo e la campagna elettorale di Trump, eletto presidente Usa lo scorso novembre, sono oggetto anche di una indagine dell'Fbi: per questa ragione, la notizia della subpoena a Flynn ha ulteriormente alimentato le polemiche seguite alla decisione assunta da Trump martedì di licenziare il direttore dell'Fbi, James Comey. I democratici accusano il presidente di voler insabbiare le indagini, che tuttavia proseguono ed anzi, sarebbero state intensificate nelle ultime settimane su richiesta dello stesso Comey. (Res)
ARTICOLI CORRELATI