MEDIO ORIENTE
 
Medio Oriente: fonti stampa, premier israeliano in disaccordo con l'intelligence sul nucleare iraniano
Gerusalemme, 15 set 2017 10:02 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il ministro della Difesa di Gerusalemme, Avigdor Lieberman, non sono d'accordo con i capi dell'intelligence israeliana sulla possibilità di chiedere agli Stati Uniti di annullare l'accordo nucleare con l'Iran. Se gli Usa decidessero che l'Iran sta violando gli impegni sottoscritti nel 2015, questo porterebbe a un ritiro degli Stati Uniti dall'accordo e all'imposizione di nuove sanzioni. Secondo quanto riferito oggi dalla stampa israeliana, le posizioni di Netanyahu e Lieberman, secondo cui un'uscita di Washington dall'accordo sarebbe nell'interesse di Tel Aviv, sono in contrasto con quelle della maggior parte degli esperti e analisti israeliani del Mossad e del Comitato per l'energia atomica, secondo cui non sussiste al momento nessuna prova di un eventuale violazione degli accordi da parte dell'Iran. L'accordo sul nucleare dell'Iran, conosciuto come Piano globale d’azione comune (Jcpoa), è stato firmato nel luglio 2015 a Vienna dai delegati di Teheran e dei paesi del gruppo 5+1 (Cina, Francia, Regno Unito, Russia, Stati Uniti più la Germania). (Res)
ARTICOLI CORRELATI