SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Azerbaigian, firma accordo modificato per sviluppo congiunto giacimenti Azeri, Chirag e Gunashli
Roma, 15 set 2017 14:00 - (Agenzia Nova) - Si è svolta ieri a Baku la cerimonia di firma dell’accordo modificato e rivisto sullo sviluppo congiunto e condivisione produttiva per i giacimenti Azeri e Chirag e la porzione in acque profonde del giacimento di Gunashli nel settore azerbaigiano del Mar Caspio (Acg). Il contratto è ora soggetto a ratifica da parte del Parlamento dell’Azerbaigian, come riferisce un comunicato stampa. Il documento è stato firmato da Rovnag Abdullayev, presidente della Compagnia petrolifera statale della dell'Azerbaigian (Socar), in rappresentanza del governo di Baku, e dai rappresentanti delle aziende Bp, Chevron, Inpex, Statoil, ExxonMobil, Tp, Itochu e Ongc Videsh. A seguito del completamento del contratto, i nuovi interessi di partecipazione Acg saranno i seguenti: Bp al 30,37 per cento; Azacg (Socar) al 25 per cento; Chevron al 9,57 per cento; Inpex al 9,31 per cento; Statoil al 7,27 per cento; ExxonMobil al 6,79 per cento; Tp al 5,73 per cento; Itochu al 3,65 per cento; e Ongc Videsh Limited (Ovl) al 2,31 per cento. Il presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev, intervenendo all’evento, ha dichiarato che questa firma rappresenta l’inizio di una nuova era per il giacimento e ha una grande importanza per l’Azerbaigian.

“L'accordo sullo sviluppo dei giacimenti petroliferi Azeri, Chirag e Gunashli sarà esteso fino al 2050” ha evidenziato il presidente, affermando anche che “l'accordo è più vantaggioso per l'Azerbaigian. Anche se l'accordo firmato nel 1994 ha soddisfatto pienamente i nostri interessi, questa volta sarà firmato a condizioni migliori". "Vorrei portare alla vostra attenzione alcuni parametri fondamentali del documento", ha detto Aliyev, sottolineando che dopo la firma dell'accordo, il paese riceverà 3,6 miliardi di dollari di bonus da parte di investitori stranieri. "L'azienda Azacg di Socar parteciperà all'adempimento dell'accordo come contraente. La quota di Socar aumenterà dall'11,6 per cento al 25 per cento e la quota di profitto del petrolio per Azerbaigian sarà del 75 per cento", ha dichiarato ancora il presidente Aliyev, concludendo che "certamente l'accordo prevede molte condizioni e questi termini di base mostrano già che questo accordo è molto importante per il futuro sviluppo dell'Azerbaigian e per espandere le nostre opportunità finanziarie. Nello stesso tempo, vorrei ricordare che l'accordo è stato realizzato con grande successo per 23 anni e 436 milioni di tonnellate di petrolio sono state prodotte dai giacimenti Azeri, Chirag e Gunashli in questi anni”.

Nei prossimi 32 anni c’è il potenziale per un investimento di capitale di oltre 40 miliardi di dollari nel giacimento Acg. Attualmente le risorse del giacimento sono stimate per un miliardo di tonnellate di petrolio. Il presidente della Socar ha sottolineato l’importanza dell’evento, ricordando i giorni del “Contratto del secolo". “Nonostante le difficili condizioni politiche ed economiche di quel tempo, grazie al forte impegno del nostro leader nazionale Heydar Aliyev è stato firmato il primo contratto Acg, che ha posto le basi per il futuro sviluppo economico dell'Azerbaigian. Dalla firma del primo Psa nel 1994, Acg ha beneficiato di 33 miliardi di dollari di investimenti, producendo circa 440 milioni di tonnellate di petrolio e distribuendo direttamente nel nostro paese oltre 125 miliardi di dollari di utile netto”, ha dichiarato Abdullayev.

Bob Dudley, direttore generale del Gruppo Bp, ha dichiarato che negli ultimi 23 anni il contratto del secolo "ha trasformato veramente l'Azerbaigian, l'approvvigionamento energetico in Europa e tutti coloro che hanno lavorato così duramente per renderlo un successo". Il contratto "rappresenta forse una pietra miliare ancora più importante nella storia dell'Azerbaigian, poiché garantisce che nei prossimi 32 anni continueremo a lavorare insieme per sbloccare il potenziale di sviluppo a lungo termine dell'Acg attraverso nuovi investimenti, nuove tecnologie e nuovi sforzi congiunti per massimizzare il recupero, ha spiegato Dudley.

Il presidente Ilham Aliyev ha inoltre salutato tutti gli ospiti venuti da altri paesi, a conferma dell’importanza dell’evento. Il ministro turco dell'Energia e delle risorse naturali Berat Albayrak ha letto un messaggio di congratulazioni del presidente Recep Tayyip Erdogan ai partecipanti all'evento. Il segretario di Stato per gli Affari esteri del Regno Unito, Alan Duncan, ha letto il messaggio di congratulazioni del primo ministro Theresa May, mentre un messaggio di congratulazioni del premier georgiano Giorgi Kvirikashvili è stato letto dal ministro dell'Energia di Tbilisi Elia Eloshvili. Anche il vice ministro degli esteri del Giappone Manabu Hori è intervenuto all'evento.

L'attuale Acg Psa fu firmato il 20 settembre 1994. Da quel momento circa 33 miliardi di dollari in investimenti sono stati fatti per lo sviluppo del giacimento Acg. Il primo petrolio è stato prodotto il 7 novembre 1997. Finora il settore ha erogato circa 3,2 miliardi di barili (circa 440 milioni di tonnellate) di produzione petrolifera, esportato sui mercati mondiali, principalmente attraverso l'oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan e tubazioni di esportazione del percorso occidentale. L'Acg ha inoltre consegnato complessivamente oltre 30 miliardi di metri cubi di gas riferiti al governo dell'Azerbaigian. Nella prima metà del 2017, la produzione totale dell'Acg ha superato 585 mila barili al giorno. (Com)
ARTICOLI CORRELATI