IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: sempre più aspre le polemiche sul referendum del Kurdistan (7)
Baghdad, 13 set 17:47 - (Agenzia Nova) - Il Consiglio provinciale di Salah al Din invece ha deciso oggi che i cittadini della provincia a maggioranza sunnita non parteciperanno al referendum sull'indipendenza. In un comunicato il consiglio afferma di aver votato all'unanimità contro la partecipazione della provincia al referendum, pur riconoscendo il diritto dei curdi "all'autodeterminazione" in accordo ai dettami della Costituzione. Anche il consiglio provinciale di Diyala ha respinto ieri la partecipazione della provincia al referendum. L'articolo 140 della Costituzione irachena, approvata nel 2005, prevede in ogni caso che si tenga un referendum nelle aree arabizzate (Kirkuk, Khanaqin, nella provincia di Diyala, Sinjar e Sheikhan, nella provincia di Ninive) affinché gli abitanti si pronuncino sull'annessione o meno alla regione del Kurdistan. Doveva tenersi alla fine del 2007, poi nel giugno 2008, nel dicembre 2010 ma è sempre stato rimandato. Il Consiglio provinciale di Kirkuk ha quindi deciso, a fine agosto, di votare per la partecipazione al referendum indetto da Erbil per il 25 settembre. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI