GRECIA
 
Grecia: ministero Finanze, miglioramento rating riflette attese positive per fine programma salvataggio
Atene, 20 ago 09:41 - (Agenzia Nova) - Il miglioramento del rating della Grecia e la prospettiva positiva per la sua economia, certificata dall'agenzia Fitch, riflette le attese del governo per un conclusione senza instabilità della terza revisione del programma di salvataggio internazionale. Questo il commento del ministero delle Finanze di Atene, alla revisione del rating della Grecia da CCC a B-. "Le nuove prospettive positive per l'economia da parte dell'agenzia di rating rispecchiano le attese sul fatto che la terza revisione del piano di salvataggio sarà completata senza la creazione di instabilità, mentre il fatto che ci saranno misure significative per alleggerire il debito greco faciliterà l'accesso ai mercati da parte della Grecia", ha commentato il ministero delle Finanze nel comunicato. "Il governo continua a lavorare ad un ritmo costante, puntando ad una crescita equa, in modo che i lavoratori, che sopportano il peso maggiore della crisi, possano partecipare ai benefici della crescita", ha aggiunto il ministero.

L'agenzia internazionale Fitch ha aggiornato in miglioramento il rating della Grecia da CCC a B-. La decisione, annunciata venerdì sera, è stata motivata con la riduzione del rischio politico e con la crescita sostenuta registrata dal Pil ellenico. L'agenzia di rating ha tuttavia evidenziato che la fiducia nel settore bancario della Grecia rimane fragile. "Una sfida chiave per il settore bancario è quella di ridurre il livello dei crediti deteriorati, che rimangono ostinatamente alti al 45 per cento dei prestiti lordi", si legge nel rapporto di Fitch. L'agenzia di rating ha mantenuto come positive le prospettive di crescita per l'economia della Grecia. Secondo gli analisti di Fitch, i negoziati con i creditori internazionali "dovrebbero concludersi senza creare instabilità". L'agenzia di rating suggerisce inoltre che un alleggerimento del livello del debito greco aiuterebbe a rafforzare ulteriormente la stabilità finanziaria, anche tramite l'emissione di nuovi titoli di Stato al termine del piano di salvataggio nel 2018. (Gra)
ARTICOLI CORRELATI