KOSOVO
Mostra l'articolo per intero...
 
Kosovo: caso Dehari, per la procura si è trattato di suicidio
Pristina, 19 nov 2016 12:29 - (Agenzia Nova) - Gli investigatori che si occupano del caso relativo alla morte di Astrit Dehari, attivista del partito d’opposizione kosovaro Vetevendosje detenuto nel carcere di Prizren, hanno concluso che si è trattato di suicidio. Come riferisce il quotidiano kosovaro "Koha Ditore", in base al rapporto dell’autopsia, la morte di Dehari sarebbe avvenuta per “asfissia meccanicamente indotta”, concludendo che sarebbe stato un suicidio. Il movimento Vetevendosje e la famiglia di Dehari hanno rifiutato la versione delle autorità, giudicandola non credibile e incompleta. Nei giorni scorsi, Vetevendosje, aveva bloccato per alcuni minuti la seduta dell'Assemblea del Kosovo, mostrando uno striscione con la scritta "Giustizia", riferendosi alla morte di Dehari, attivista iscritto al movimento. Il leader di Vetevendosje, Visar Ymeri, nel suo discorso aveva espresso la sua delusione per i ritardi ingiustificati nell'indagine che dovrebbe gettare luce sul caso. (segue) (Kop)
ARTICOLI CORRELATI