KENYA
 
Kenya: opposizione, oltre 100 morti in scontri post-voto tra manifestanti e polizia
Nairobi , 12 ago 17:10 - (Agenzia Nova) - L’opposizione keniota ha accusato le forze di sicurezza di avere ucciso oltre 100 persone negli scontri tra manifestanti e polizia scoppiati dopo la proclamazione dei risultati ufficiali delle elezioni presidenziali e generali dell’8 agosto, che hanno visto la vittoria del presidente uscente Uhuru Kenyatta con il 54,3 per cento dei voti, seguito dal principale sfidante, Raila Odinga, con il 44,7 per cento delle preferenze. E’ quanto ha denunciato parlando in conferenza stampa James Orengo, tra gli esponenti di spicco della principale forza di opposizione, la Super alleanza nazionale (Nasa). In precedenza la stampa locale ha parlato di 11 persone morte negli scontri avvenuti nella città di Kisumu, roccaforte dell’opposizione, e in alcuni quartieri della capitale. Nel quartiere di Mathare, in particolare, nove giovani uomini sono morti negli sconti e una ragazza è stata ferita a morte dai colpi di arma da fuoco della polizia. A Kisumu, invece, dove si erano registrate proteste già dopo la diffusione dei risultati provvisori, un uomo è stato ucciso dalla polizia, che ha sparato sulla folla gas lacrimogeni. Al momento dell’annuncio dei risultati ufficiali, arrivati nella serata di ieri, Kenyatta si è rivolto all’opposizione facendo appello all’unità. La principale forza di opposizione keniota, la Super alleanza nazionale (Nasa), per parte sua, aveva dichiarato già prima della proclamazione dei risultati definitivi che non avrebbe riconosciuto l’esito di uno scrutinio “farsa”.
(Res)
ARTICOLI CORRELATI