ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: Aramco, a maggio prima riunione in Cina in sette anni (2)
Riad, 12 apr 11:45 - (Agenzia Nova) - La cooperazione energetica rimane il fondamento delle relazioni tra l'Arabia Saudita, primo esportatore mondiale di greggio, e la Cina, il più grande importatore mondiale. Il consumo di petrolio della Cina è aumentato da 2,9 milioni di barili al giorno nel 1993 a 11,90 milioni di barili nel 2016. La crescita della domanda ha costretto Pechino ad importare oltre il 66 per cento del suo fabbisogno petrolifero. Oltre alle forniture petrolifere, Cina e Arabia Saudita collaborano anche nel campo della raffinazione e del petrolchimico. La società saudita Sabic detiene già una partecipazione in un complesso per la produzione di policarbonato a Tianjin con la Cina Petroleum and Chemical Corporation (Sinopec Group), mentre Saudi Aramco detiene una partecipazione nella Fujian Refining and Petrochemical Company. In questo contesto la preoccupazione principale per Riad è il futuro dell'economia cinese e l'incertezza sulla sua domanda di petrolio. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI