SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Formula E porta a New York il primo storico eprix a zero-emissioni
Roma, 14 lug 2017 14:30 - (Agenzia Nova) - Formula E, il primo campionato automobilistico mondiale per monoposto elettriche, si unisce a Enel per compensare le emissioni della gara inaugurale a New York, rendendolo il primo evento a zero-emissioni nella storia del campionato. Prima dell’evento che si svolgerà a Brooklyn, presso il Cruise Terminal a Red Hook, il 15 e 16 luglio - Alejandro Agag, fondatore e amministratore delegato di Formula E, insieme alla presidente di Enel, Patrizia Grieco, all’Ad di Enel, Francesco Starace, e a Ken Allen, Ad di Dhl Express, hanno suonato la campanella di chiusura del New York Stock Exchange. Il gruppo ha partecipato alla cerimonia di chiusura della seduta di Borsa e ha posato per le foto nella balconata che affaccia sulla sala delle contrattazioni di Wall Street, insieme ad alcune delle star del campionato Fia Formula E – il primo vincitore del campionato di Formula E e pilota della NextEV NIO, Nelson Piquet Jr, e Felix Rosenqvist, il vincitore della gara Berlin ePrix per la Mahindra Racing.

Enel - Official Power Partner di Formula E – contribuisce alla riduzione delle emissioni relative all’allestimento e all’alimentazione degli eventi della Formula E grazie alle sue soluzioni di smart energy. Oltre alle innovative tecnologie di generazione, accumulo e gestione di energia da rinnovabili - Enel compenserà completamente le emissioni dell’evento di New York attraverso certificati di riduzione di emissioni relativi al proprio portafoglio di impianti rinnovabili, come l’impianto eolico Stipa Nayaa di Enel Green Power da 74 MW, in Messico. Le turbine eoliche di Stipa Nayaa evitano l’immissione di oltre 133mila tonnellate di CO2 l’anno, pari all’eliminazione dalle strade di 26mila automobili.

Come si afferma in un comunicato di Enel, Formula E collabora anche con Fia e Dhl - Official Founding and Logistics Partner – per studiare un calendario che riduca i trasporti aerei verso ogni tappa del campionato. Dhl è pioniere della logistica sostenibile per l’ambiente, grazie all’impegno assunto all’inizio di quest’anno per l’azzeramento delle emissioni delle proprie operazioni entro il 2050. Il necessario per la gara di New York – incluse tutte le 40 monoposto elettriche di Formula E, le batterie e i pezzi di ricambio – è stato portato negli USA da Dhl grazie all’esperienza nei trasporti marittimi, che producono emissioni di CO2 100 volte minori rispetto a quelli effettuati per via aerea. Alejandro Agag, fondatore e Ad di Formula E, ha affermato: “E’ stato un onore essere invitato alla cerimonia di chiusura della seduta del New York Stock Exchange. Col supporto continuo di Enel e di Dhl, Formula E non sta solo facendo la storia con la prima gara a New York, ma anche con il primo evento a zero-emissioni del campionato. Sia Enel sia Dhl condividono la stessa visione e l’obiettivo di rendere Formula E carbon neutral entro il 2020. Il futuro è elettrico”.

Francesco Starace, Ad e direttore generale di Enel, ha commentato: “Siamo orgogliosi di giocare un ruolo nell’evento storico di oggi al Nyse. Enel e Formula E sono partner naturali, visto che tutti e due condividiamo le stimolanti opportunità della mobilità elettrica, delle smart city e della rivoluzione delle energie rinnovabili. Così come Formula E spinge oltre i confini della tecnologia, gara dopo gara, Enel si impegna ogni giorno per una maggiore penetrazione dell’elettricità nella società e per la sua totale decarbonizzazione”. Ken Allen, Ad di Dhl Express, ha aggiunto: “Grazie alla nostra nuova strategia sostenibile, ‘Mission 2050: Zero Emission’, Deutsche Post Dhl Group ha aumentato il proprio impegno nel creare valore per la società e le generazioni future. La partnership strategica con Formula E ispira ed educa le persone nel mondo ad adottare tecnologie e abitudini sostenibili. Ciò offre a Dhl una piattaforma unica per mostrare i successi ottenuti nel campo delle soluzioni logistiche green e nelle innovazioni tecnologiche, che aumenteranno l’efficienza e l’efficacia della nostra offerta ai clienti”. (Com)
ARTICOLI CORRELATI