IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: media curdi, violenti combattimenti tra forze irachene e Stato islamico in zona est di Mosul (3)
Baghdad, 22 gen 15:16 - (Agenzia Nova) - Secondo quanto emerge da un rapporto pubblicato dall’istituto di ricerca Ihs Markit, con sede a Londra, lo Stato islamico ha perso il 23 per cento del suo territorio in Iraq e in Siria nel corso del 2016. Nell’anno appena trascorso, il sedicente califfato ha perso 17.600 metri quadrati di territorio, passando da 78 mila a 60.400 metri quadrati. “Lo Stato islamico ha registrato perdite di territorio senza precedenti nel 2016, incluse aree vitali per il progetto di governance del gruppo”, si legge nel rapporto, secondo il quale l’Is potrebbe essere cacciato da Mosul, sua ultima roccaforte nel nord dell’Iraq, entro pochi mesi. “Ci aspettiamo che le forze irachene riprendano Mosul prima della seconda metà dell’anno”, ha detto Columb Strack, responsabile per il monitoraggio dei conflitti di Ihs. L’offensiva per strappare Mosul al giogo dell’Is è iniziata il 17 ottobre scorso e attualmente le forze irachene sono vicine alla conquista di tutta la parte orientale della città, a est del fiume Tigri. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI