COOPERAZIONE

 
 
 

Cooperazione: Burundi, Ong chiede rimpatrio di 800 donne ridotte in schiavitù in Medio Oriente

Bujumbura, 19 apr 2017 12:19 - (Agenzia Nova) - Il governo del Burundi deve rimpatriare circa 800 donne e ragazze che sono state fatte oggetto di traffico di esseri umani e ridotte in schiavitù in Medio Oriente. È l’appello lanciato dall'Osservatorio del Burundi contro la criminalità transnazionale, organizzazione non governativa a tutela dei diritti umani che in un rapporto pubblicato oggi ha denunciato come finora siano state rimpatriate solo 30 donne, di cui una che è stata abusata sessualmente in Arabia Saudita e ora costretta su una sedia a rotelle. Secondo l’Ong più di 820 donne e ragazze sono state vittime della tratta nell’ultimo anno, soprattutto in Arabia Saudita e in Oman. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE