UE
Mostra l'articolo per intero...
 
Ue: "Data Stampa", 60 anni di Europa visti dai social network
Roma, 28 mar 2017 10:57 - (Agenzia Nova) - Le discussioni nei social network sui "Trattati di Roma" prima, durante e dopo l'evento centrale delle celebrazioni, come si sono sviluppate? Quali sono stati i principali protagonisti?. Per rispondere a questi interrogativi l'azienda specializzata nel monitoraggio dei media "Data Stampa", tramite la piattaforma proprietaria Picoweb, ha analizzato Twitter e Facebook dalla mezzanotte del 20 marzo alla mezzanotte del 26. Secondo quanto emerso dall'analisi di "Data Stampa", come avviene sempre in queste occasioni da “notizia”, Twitter si è dimostrato, fra i due, il social network più vivo con oltre 232 mila messaggi, che hanno generato una viralità (insieme fra commenti, like e retweet) di oltre 412 mila elementi. Facebook, dal suo canto, pur generando un numero inferiore di post e commenti, si è dimostrato ancora una volta il social con più alta penetrazione di persone. Quando un post significativo viene diffuso su tale media, il suo corrispettivo su Twitter è spesso superato. Ad esempio se un post della Commissione europea sulla dichiarazione di Roma ha avuto oltre 27 mila reactions, 6.800 condivisioni, 290 commenti; quello sullo stesso tema su Twitter ha registrato oltre 1.800 like, 1.900 retweet, 100 commenti. E questo nonostante sia fissato in alto al profilo e che lo stesso abbia un numero di follower (718.000) più alto dei fan di Facebook (663.000). Analizzando l'andamento settimanale per numerosità dei due canali, si evidenzia un’identica convergenza: man mano che ci si avvicina all'evento centrale, quello di sabato 25 con la firma da parte dei 27 capi di stato della "Dichiarazione di Roma", l'attenzione su entrambi i social cresce progressivamente fino a raggiungere il picco di attenzione massimo tra le 11:00 e le 12:00. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..