DIFESA
 
Difesa: Nrdc-Ita verso la "Summer Tempest 2016"
 
 
Roma, 26 set 2016 11:23 - (Agenzia Nova) - La scorsa settimana addestrativa è stata intensa per lo staff interforze e multinazionale del Nato Rapid Deployable Corps - Italy (Nrdc-Ita) e per circa 90 militari provenienti dalle unità nazionali. Lo riferisce il sito web dell'Esercito. Il seminario accademico e l'addestramento specifico in favore del personale "chiave" di staff (Key Leaders Training), organizzati presso la caserma "U. Mara", sede del Nrdc-Ita, si collocano a premessa della "Summer Tempest 2016". L'esercitazione avrà lo scopo di mantenere le capacità di comando e controllo del Corpo d'armata di reazione rapida della Nato nel sincronizzare e condurre operazioni militari ad alta intensità nella configurazione di Land Component Command (Lcc). L'occasione è stata propizia anche per testare la capacità di integrazione di una nuova struttura, la Influence Division. A differenza della classica organizzazione dei Comandi Nato, basati su una struttura incentrata sulle attività dedicate alla pianificazione e condotta delle operazioni e sulla logistica, presso il Corpo d'armata italiano della Nato esiste una terza componente (il "terzo pilastro"), dedicata al coordinamento delle attività non cinetiche, i cui effetti non sono letali ma rivestono, negli attuali scenari operativi, una importanza risolutiva nelle crisi.

La Influence Division, pertanto, coordina le attività del Public Affairs, delle Information Operations (Info Ops), della Comunicazione Operativa (PsyOps), della Cooperazione civili-militari, del Kle (rapporti con le Autorità "chiave"), del Security Force Assistance (Sfa, cioè l'assistenza all'addestramento e formazione delle Forze Armate e di Polizia locali), delle attività di studio e individuazione degli obiettivi (Targeting). Il Land Component Command rappresenta la componente terrestre della nuova "enhanced" Nato Response Force (eNrf), uno strumento militare di reazione rapida "avanzato", che per rapidità di intervento e capacità operative schierabili, consente all'Alleanza di fronteggiare con immediatezza qualsiasi minaccia in nome della difesa Collettiva ovvero in risposta alle crisi, con tempi di schieramento brevissimi.

Nell'ambito della eNrf, il Corpo d'armata di reazione rapida deterrà il comando e controllo della parte terrestre della Very Hight Readiness Joint Task Force (Vjtf), componente chiave della eNrf. Compito della Vjtf sarà quello di assicurare la prima e immediata risposta della Nato a possibili minacce, con la capacità di schierare l'intero dispositivo militare tra i cinque e i quindici giorni dal preavviso d'ordine. In seno alla Vjtf, Nrdc-Ita avrà alle dipendenze Unità di manovra di eccellenza dell'Esercito, tra cui la Brigata "Ariete" e diversi assetti specialistici già parte delle Unità affiliate al Nrdc-Ita, tra cui il 28mo Reggimento "Pavia" e il settimo Reggimento Difesa Nbc "Cremona".​ (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..