NIGER
Mostra l'articolo per intero...
 
Niger: al Qaeda nel Maghreb islamico attacca giacimento di uranio e minaccia interessi francesi (3)
 
 
Niamey, 25 mag 2016 18:07 - (Agenzia Nova) - L’escalation di attacchi nella regione costituisce una minaccia reale per Areva che, nonostante la diversificazione dei partner commerciali nel settore dell’uranio avviata dall’ex presidente Mamadou Tandja, resta il uno dei principali investitori nell’industria mineraria locale. I due giacimenti più importanti dell’area, situati rispettivamente nelle località di Akokan e Arlit, coprono un terzo delle esportazioni del Niger e sono gestiti proprio dai francesi. Da solo, l’uranio nigerino copre circa un terzo del consumo energetico francese. Un fattore, quest’ultimo, che spiega in parte il massiccio impegno militare francese nell’area del Sahel. Se è vero, come dichiarò il presidente Francois Hollande all’indomani dell’intervento francese in Mali del 2013, che Parigi non ha particolari interessi da difendere nel paese, resta il fatto che uno sconfinamento delle attività dei gruppi jihadisti dal nord del Mali al nord del Niger metterebbe a serio rischio l’approvvigionamento energetico della Francia, che con l’uranio estratto in Niger alimenta le proprie centrali nucleari. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..